testata ricominciamo da noiChe cos’è la contrattazione inclusiva? Quali sono gli strumenti a disposizione del delegato sindacale per contrastare e minimizzare situazioni di stress psicologico, mobbing e impedire il verificarsi di episodi di violenza di natura sessista? Di cosa parliamo quando discutiamo di segregazione orizzontale e di gap salariale? Cosa si nasconde dietro il muro del linguaggio sessista e stereotipato? Sono questi alcuni dei quesiti ai quali prova a dare una risposta “Ricominciamo da noi: la contrattazione inclusiva. Salvaguardare la dignità nel lavoro e nella vita, contrastare la violenza di genere” il percorso di formazione realizzato dal coordinamento alla formazione della CGIL nazionale in collaborazione con CGIL Liguria, che sarà presentato venerdì 7 giugno alle ore 9:30 a Napoli, presso la sede CGIL di via Toledo 353.

Un percorso che la FISAC, categoria che nella CGIL organizza i lavoratori dei settori del credito, assicurativo e della riscossione, ha voluto attivare e proporre come attività rivolta al suo gruppo di quadri e delegati di sesso maschile, con una due giorni di formazione, in programma il 13 e il 14 giugno, che il segretario generale della FISAC Campania Michele Cervone ha fortemente voluto che si realizzasse in regione.

La giornata di presentazione del 7 giugno, sarà aperta dalla performance teatrale dell’attrice Donatella Allegro, che porterà in scena un monologo tratto da “Il risveglio” di Franca Rame. Ad aprire i lavori sarà Michele Cervone, segretario generale Fisac Campania ed un contributo video del segretario generale Cgil, Maurizio Landini, cui seguiranno gli interventi di Cristiana Ricci del coordinamento nazionale Formazione della Cgil, che illustrerà il progetto formativo, Walter Schiavella, segretario generale Cgil Napoli, Fabiana Siciliano dell’esecutivo donne della Fisac Cgil Campania, Nicola Ricci, segretario generale Cgil Campania, Chiara Marciani, assessore regionale alle Pari Opportunità e Susy Esposito, segretaria nazionale Fisac Cgil. Le conclusioni saranno affidate a Susanna Camusso, responsabile nazionale Politiche di Genere Cgil.