foto reddito cittadinanza rid

Entro il 31 gennaio 2020, i titolari del Reddito e della Pensione di Cittadinanza, nonché del Bonus Bebé dovranno presentare il nuovo Isee 2020, se vorranno continuare a percepire le prestazioni, pena la sospensione fino alla presentazione di un Isee certificato. A ricordarlo è stato l’Inps sulla propria pagina Facebook “INPS per la Famiglia”.

Per il solo mese di gennaio, infatti, il Governo ha concesso la possibilità di ricevere il sussidio anche tenendo conto dei vecchi dati Isee. Da febbraio, questo non sarà più possibile e chi non adempirà entro la fine del mese in corso rischia rischia di dover poi presentare una nuova domanda.

Per farlo bisogna presentare una nuova DSU (Dichiarazione Sostitutiva Unica), aggiornata con le informazioni riguardo la composizione del nucleo familiare e la situazione patrimoniale e reddituale. 

Le istruzioni per la compilazione sono contenute nel messaggio INPS n. 3418/2019 di settembre che prevede che per ottenere l’ISEE 2020 si debbano inserire dati e redditi da lavoro del 2018 (Certificazione Unica e dichiarazione dei redditi 2019, giacenze e saldi di conti correnti postali e bancari, ecc.). L’Istituto ricorda inoltre che il decreto Crescita prevede la possibilità di optare, se più conveniente, per giacenze e saldi 2019.

Puoi presentarlo in uno dei nostri uffici CAAF CGIL Campania (l’elenco completo qui).