locandina iniziativa spi cgil salerno web

I piccoli Comuni delle aree interne hanno subito effetti devastanti in questi anni, caratterizzati da una profonda crisi e da politiche di austerità. Le conseguenze sono sotto gli occhi di tutti: difficoltà di accesso ai Servizi, Mobilità ridotta all’osso, Sanità allo sbando, Scuola a rischio estinzione, Infrastrutture inadeguate per lo sviluppo del Turismo .
Fattori che, messi insieme, amplificano ed accelerano lo spopolamento della Comunità: Paesi divenuti il simulacro di sé stessi. E’ necessario bloccare questa costante emorragia che rischia di desertificare interi territori della nostra Regione ed iniziare un percorso virtuoso di contrattazione inclusiva di carattere sociale a favore delle Aree Interne del territorio.

Questi i temi al centro dell’iniziativa promossa da Spi Cgil Campania, Spi Cgil Salerno e Cgil Salerno dal tema “Aree interne e sviluppo: bisogni sociali e sistema di welfare” in programma domani, mercoledì 12 febbraio alle ore 9:30 nel salone di rappresentanza della Provincia di Salerno (via Roma – Salerno).

All’incontro, presieduto dal segretario generale Cgil Salerno, Arturo Sessa e introdotto dal segretario generale Spi-Cgil Campania, Franco Tavella, intervengono il presidente della Provincia di Salerno, Michele Strianese, Carmine Nardone, presidente di Futuridea, Francesco Todisco, consigliere regionale delegato alle Aree Interne, Nicola Ricci, segretario generale Cgil Campania e Angelo Summa, segretario generale Cgil Basilicata. Conclude il segretario generale Spi Cgil nazionale, Ivan Pedretti.