banca coronavirus

Fisac Cgil Campania insieme alle segreterie provinciali di Avellino e Salerno, in riferimento alle ordinanze regionali di “quarantena” emanate dal presidente della Regione Campania per i Comuni di Sala Consilina, Caggiano, Polla e Atena Lucana, in provincia di Salerno, e Ariano Irpino, in provincia di Avellino chiede agli istituti di credito e alle agenzie assicurative che operano in questi Comuni di “tutelare la salute e la sicurezza delle lavoratrici, dei lavoratori e della clientela”.

Le aziende – si legge nella nota del sindacato di categoria della Cgil – nel rispetto delle ordinanze emesse dalla Regione Campania, fermo restando le misure statali, regionali e commissariali di contenimento del rischio di diffusione del virus, sono obbligate a mettere a disposizione di tutte le lavoratrici e i lavoratori impegnati nei Comuni interessati dalle ordinanze i dispositivi di protezione individuale. Il mancato rispetto di tutte le misure previste costituisce una violazione della normativa e un inadempimento del datore di lavoro che giustifica l’immediata sospensione dell’attività lavorativa, oltre l’applicazione delle sanzioni previste per tali inadempimenti. Le nostre strutture – avverte la Fisac Cgil Campania – provvederanno ad effettuare tempestivamente le verifiche per accertare il rispetto di tutte le normative riferite ai Comuni oggetto delle ordinanze”.