foto bus anm

Quella di quest’anno è stata una festa del lavoro molto diversa caratterizzata dalla drammatica emergenza Covid-19. Vogliamo ancora una volta esprimere un forte ringraziamento, oltre che al personale medico e sanitario, a tutte le lavoratrici ed i lavoratori dei trasporti che, in questo periodo di grande difficoltà, pur in condizioni complicate,​ continuano a garantire la cura e la mobilità delle persone e delle merci. Siamo alla vigilia della cosiddetta fase 2, quella della riapertura della maggior parte delle attività produttive e di un graduale ritorno alla normalità ed alla mobilità dei cittadini. Una fase complessa e delicata rispetto alla quale il sistema dei trasporti è chiamato ad un sforzo eccezionale per farsi trovare pronto a​ garantire un servizio quanto più possibile efficiente e sicuro”. Così in una nota il segretario generale Filt-Cgil Campania, Amedeo D’Alessio.

L’attuale scenario è inedito ed in continua evoluzione. Mai come adesso risulta indispensabile una maggiore attenzione e sensibilità verso il settore con particolare riferimento al comparto del trasporto pubblico locale. Le misure varate per contenere il Covid-19, come il distanziamento sociale a bordo dei mezzi e l’uso obbligatorio dei dispositivi di protezione individuale da parte degli utenti, condizioneranno fortemente il sistema del tpl obbligandolo ad una profonda trasformazione con nuovi​ e diversi modelli. Le ultime linee guida della Regione Campania – sostiene D’Alessio – sono utili e fanno chiarezza sulle responsabilità dei controlli manlevando gli operatori, ma vanno accompagnate con ulteriori e straordinarie iniziative finalizzate a tutelare la sicurezza tanto dei lavoratori quanto dei passeggeri”.

Nello specifico – prosegue il segretario generale Filt-Cgil Campania – riteniamo che sia urgente e necessario l’istituzione di presidi da parte delle forze dell’ordine, quantomeno nei principali nodi logistici e sulle principali direttrici, allo scopo di supportare, in questa fase, la gestione e la regolazione dei flussi dei viaggiatori sui mezzi di trasporto pubblico nel pieno rispetto delle​ prescrizioni. Un compito, quest’ultimo, che non può e non deve ricadere unicamente sui lavoratori. Allo stesso tempo occorre che tutte le aziende adottino, in condivisione con le organizzazioni sindacali e con i rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza, ogni misura utile a coniugare la prosecuzione delle attività con le condizioni di garanzia della sicurezza, a partire dalla pulizia e sanificazione costante dei luoghi di lavoro e dei mezzi, dotandoli di cartelli che indichino in maniera precisa, accessibile e​ trasparente tutte le informazioni sull’ avvenuta effettuazione di tali operazioni. Di fronte a noi – conclude D’Alessio – abbiamo una sfida storica, inedita ed importante che riusciremo ad affrontare e superare soltanto se tutti faranno responsabilmente la propria parte. I lavoratori del settore dei trasporti della Campania sono pronti con tutta la loro forza, la loro generosità e la loro responsabilità. Ma non li si lasci soli”.