cgil campania cgil napoli

I comitati direttivi della Cgil Napoli e della Cgil Campania, riunitisi lo scorso primo dicembre, hanno approvato, a grandissima maggioranza, l’ordine del giorno relativo al progetto politico-organizzativo di integrazione funzionale fra le due strutture, proposto dalle rispettive segreterie, di concerto con la segreteria nazionale”. Così, in una nota, le segreterie di Cgil Campania e Cgil Napoli, annunciano l’avvio del progetto di integrazione delle due strutture sindacali.

Il progetto di riforma organizzativa, che prevede ancora il mantenimento di distinti livelli statutari fra le due strutture, – si legge nella nota – realizza però l’unificazione del Segretario Generale e delle segreterie, con l’obiettivo di affermare una visione complessiva dei processi economici e sociali fra tutte le aree territoriali della regione e l’area metropolitana, ai fini dell’ulteriore miglioramento della capacità di rappresentanza della Cgil nell’attività negoziale, nella interlocuzione istituzionale e nel rafforzamento dell’azione di decentramento organizzativo e di reinsediamento sociale”.

La valenza e la complessità del progetto, – evidenziano Cgil Campania e Cgil Napoli – rendono inoltre ancor più significativo il livello di consenso che il gruppo dirigente campano e napoletano della Cgil ha raggiunto dopo le difficoltà degli ultimi anni. Unità che oggi è la base per la concreta realizzazione del progetto e per le sue successive fasi di realizzazione”.

Il primo passo – conclude la nota congiunta – per dare concreta attuazione al progetto è la convocazione, per il giorno 21 dicembre, dell’assemblea generale della Cgil Campania e della Cgil Napoli con all’ordine del giorno l’elezione dei nuovi organismi integrati, che vedrà la partecipazione del segretario generale Cgil, Maurizio Landini”.