foto assemblea citta della scienza

Il dibattito che si sta sviluppando in questi giorni sul futuro di Città della Scienza ha spinto le segreterie di Cgil Campania, Cgil Napoli e Filcams Cgil Campania e Napoli a scrivere all’assessore regionale al Lavoro e alle Attività Produttive, Antonio Marchiello, per chiedere di riaprire il confronto sul destino della struttura di Bagnoli e di quello dei suoi lavoratori.

Le parole pronunciate nei giorni scorsi dal presidente Riccardo Villari sembrano essere un monito di allarme per la sussistenza della struttura – si legge nella lettera a firma di Andrea Amendola, segretario Cgil Campania, Cinzia Massa, segretaria Cgil Napoli e Luana Di Tuoro, segretaria generale Filcams Cgil Campania e Napoli – e di conseguenza dei suoi lavoratori. Con molto rammarico – sostengono Amendola, Massa e Di Tuoro – dobbiamo constatare che il Presidente Villari, continua imperterrito a violare le prerogative che il CCNL attribuisce alle rappresentanze sindacali, non rispondendo alle nostre sollecitazioni d’incontro. Le chiediamo pertanto, un incontro urgente, affinché si possa aprire una discussione reale sul futuro di Città della Scienza”.