foto logo eavIl Presidente De Gregorio è alla perenne ricerca di capri espiatori per coprire le proprie responsabilità rispetto a tutte le inefficienze dell’Eav“. Ad affermarlo, in una nota, sono le organizzazioni sindacali regionali di categoria, Filt-Cgil Uiltrasporti e Uglfna. “Qualche giorno fa – precisano le tre sigle sindacali – tuonava contro l’ANSFISA, l’agenzia nazionale per la sicurezza delle ferrovie e delle infrastrutture stradali e autostradali, riguardo alle limitazioni imposte sulla velocità di circolazione dei treni ed alle conseguenti soppressioni dei servizi, in particolar modo sulle linee suburbane. Oggi invece è il turno dei lavoratori, infatti il Presidente De Gregorio, nel tentativo maldestro di nascondere le inefficienze aziendali, si scaglia contro gli stessi incolpandoli della soppressione di alcune corse sulle linee flegree“.

È evidente – secondo il sindacato – che il Presidente De Gregorio, dopo 5 anni di amministrazione, non conosce ancora le norme e il contratto nazionale: ai dipendenti non può essere obbligato il lavoro straordinario. La soppressione delle corse è dovuta solo alla mancata copertura dei vuoti di organico, necessità più volte evidenziata da Filt-Cgil, Uiltrasporti e Uglfna ma totalmente ignorata dall’azienda nonostante ci siano ancora vincitori di concorso in attesa di essere assunti“.

De Gregorio e l’Eav – conclude la nota – anziché continuare a mortificare con velate minacce i lavoratori pensasse ad assicurare un servizio migliore a utenti e cittadini, sia sotto il profilo quantitativo che qualitativo“.