foto santa lucia web

Si terrà lunedì 19 luglio, a partire dalle 10:00, il presidio-assemblea dei lavoratori socialmente utili della giunta regionale, promosso da Cgil, Cisl e Uil Campania sotto la sede della Regione Campania in via Santa Lucia a Napoli. Al centro dell’ennesima protesta, la richiesta delle organizzazioni sindacali ai vertici della giunta De Luca, di definire il processo di stabilizzazione, atteso da 25 anni, che dovrebbe completarsi con la sottoscrizione dei contratti.  Un presidio, annunciano i sindacati, che “non verrà smobilitato fin quando non ci sarà una soluzione definitiva alla vertenza”.

É assurdo – scrivono Cgil, Cisl e Uil Campania in una lettera indirizzata al Presidente De Luca – questo continuo rinvio di responsabilità al Governo Nazionale con riferimento a decisioni e provvedimenti che dovrebbero invece essere assunti dalla giunta regionale. Uno stillicidio che si riverbera su centinaia di famiglie che vivono di questo lavoro. Siamo stanchi di questa politica dei “due pesi e due misure”: mentre da un lato assistiamo quasi quotidianamente a spese, anche molto ingenti, per rimpinguare le fila degli uffici di diretta collaborazione della Presidenza, dall’altro la giunta regionale prosegue con la sua personalissima “questua” al Governo, quando in ballo ci sono le sorti degli Lsu. Pertanto, – concludono nella nota le tre sigle sindacali – ci attendiamo una vera assunzione di responsabilità, finalizzata una volta per tutte a costruire una risposta concreta ed immediata alle persone che con la loro fatica contribuiscono a garantire servizi di qualità ed una esistenza dignitosa a tutti i cittadini della Campania”.